Stampa 

Teresa,

giovane di 24 anni, ha in­terrotto gli studi magistrali e non ha retto ad un lavoro pesante, af­flitta per la morte della madre, alla quale era particolarmente legata, e preoccupata per la grave ma­lattia del padre (leucemia) non sa far fronte da sola alla situazione, essendosi già sposati tutti gli altri fratelli e sorelle. E' fidanzata con un ragazzo che però è senza lavoro; quando si ac­corge di essere incinta, è un vero dramma: il suo ragazzo assoluta­mente non intende assumersi re­sponsabilità e vuole costringerla ad ogni costo ad abortire, come pure le sue amiche. Lei che, dotata di straordinaria sensibilità e di buoni principi, vuo­le tenersi il bambino, non vede però via d'uscita e non vuol dare al padre un dolore che gli agraverebbe la malattia. Assistendo il padre in ospedale, in preda all'angoscia, va a pregare nella cappellina dove legge la locandina del Cav, si im­prime nella memoria il numero te­lefonico, non avendo né foglio né matita, e chiama il numero dal più | vicino telefono.

Entra subito in rapporto con le vo­lontarie del Cav con cui concordai un appuntamento per la sera (è la | novena di Natale). Colloquio me­morabile, uno di quelli che segnano un' esistenza. Le due collabora­trici Cav: "tu non hai più la mam­ma? Noi due saremo per te due mamme"! Promessa mantenuta; l' aspettano mesi di prove: il padre muore, il fratello la caccia di casa, lei, senza mezzi, si umilia presso i genitori del ragazzo. L'unico sostegno, concreto e riso­lutivo, è il Cav che praticamente dà I tutto: affetto, amicizia, ospitalità (prima in una casa di accoglienza, poi nella propria sede, trasfor­mata per lei in un minuscolo ap­partamento), solidarietà corale di amici e conoscenti del Cav e mez­zi economici.. Dopo la nascita del bambino il fratello, mortificato di fronte alla dedizione del Cav, si è riavvicinato, così come sorelle e cognati.

Teresa, a seguito della mediazione del Cav, ha ottenuto un alloggio da parte del Comune ed ha trovato un lavoro che le permette di mante­nersi dignitosamente assieme al figlio, fra la stima di quanti la co­noscono.

 

Storia 1

Storia 2

Storia 3

Storia 4

Commento finale