button1          
CENTRO ACCOGLIENZA VITA 
Via Lungotronto n. 2, 63100 ASCOLI PICENO (AP)
Tel. 0736 261687 - mail: info@cavascolipiceno.it
ORARIO APERTURA: LUNEDI' e VENERDI' DALLE ORE 10 ALLE 12
FUORI ORARIO 349.7262801 - 335.5856325 - 0736 258889
 
 button2
 

Attività culturali

 

Il Movimento Nazionale per la Vita nasce ed opera in stretta collaborazione con il Centro Accoglienza Vita per dare una corretta impostazione alle tematiche inerenti la vita umana ed ordine al vivace dibattito sugli argomenti medico­biologici ed etici relativi alle tec­niche di procreazione, alla fase terminale ed al testamento biolo­gico.

Attraverso queste convinzioni, condivisibili da tutti perché riguardano ogni uomo di qualunque cultura e credo reli­gioso, il Movimento vuole  recare il suo contributo per chia­rire la verità sulla persona uma­na, nel rispetto di un valore che, essendo comune a tutti gli uomini, è essenzialmente "laico"e non solo relativo ad una confessione religiosa, come è affermato dalla Dichiarazione Universale dei Di­ritti dell'Uomo, promulgata dal l'ONU nel 1948.

"Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona" (Art. 3).

Fra il Movimento e il Cav  si attuano quindi varie iniziative culturali, fra cui il  

CORSO DI FORMAZIONE BIENNALE IN BIOETICA,

che registra ogni anno molte frequenze per il suo carattere di seria impostazione scientifica, con tematiche inerenti agli aspet­ti antropologici, medico-clinici, etici e giuridici. Il Corso si svolge da gennaio a marzo con lezioni periodiche, seguite con molto interesse, tenute da illustri medici e cattedratici e organizzato insieme con l'Istituto di Bioetica dell'Uni­versità Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Altra iniziativa culturale sostenu­ta dal Movimento Per la Vita e il Cav di Ascoli è la

GIORNATA PER LA VITA

istituita dalla Conferenza Episco­pale italiana (CEI) che ogni anno stabilisce un motto come base per la riflessione; essa si svolge a fine gennaio in una sala cittadi­na. E' rivolta a tutte le fasce della popolazione e viene tenuta da un relatore di fama, di chiara compe­tenza medico- giuridica. Vengono trattati temi che rispondono non solo alle esigenze di una legge soprannaturale, essendo la vita un dono di Dio, ma anche alle ragioni di una logica inerente all'etica natu­rale del "non uccidere". Queste occasioni sono utili a sti­molare la riflessione sul grande rispetto che merita la vita, bene indisponibile secondo l'etica umana e cristiana, che, indipen­dentemente dalla sua qualità, è intrinsecamente un valore da sostenere, fondato sulla dignità dell'essere umano; pertanto an­teriore a tutte le strutture e istituzioni politiche.

Parallelamente a questa iniziati­va, ogni anno, la prima domenica di febbraio, c'è la

CELEBRAZIONE LITURGICA DELLA GIORNATA PER LA VITA

parroco

nelle varie parrocchie e chiese della diocesi, con omelia sul mot­to proposto dalla CEI, con pre­ghiere, processione offertoriale e presentazione di doni (corredini), raccolta di offerte e contributi che costituiscono la principale fonte di finanziamento per l'azione con­creta di tutto l'anno del Cav, cui si aggiungono altre offerte di priva­ti, periodiche o sporadiche.

CONCORSO A PREMI PER LE SCUOLE ELEMENTARI

Iniziativa culturale intrapresa con l'autorizzazione ed il patrocinio del Provveditorato Agli Studi di Ascoli Piceno.

Questa manifestazione prevede componi­menti in prosa, poesia o disegni su un tema relativo al valore della vita umana, naturalmente elabo­rati secondo le qualità fantasti­che e logiche proprie dei bambini di quella età.

Nelle scorse edizioni come responsabili e collaboratri­ci in questa iniziativa furono coinvolte varie insegnanti, per legge­re e classificare gli elaborati del concorso. Proposto ogni anno dal Cav, il tema poteva essere sviluppato con linguaggio scrit­to o figurativo, individualmente o con lavori di gruppo. Tutte le opere venivano classificate, poi esposte in una mostra alla Casa Regina Apostolorum, e il tutto si concludeva con una bellissima festa al Cinema Piceno, alla presenza di Mons. Vescovo e delle Autorità cittadine e, ovviamente, di numerosi spettatori. Coppe, targhe, diplomi erano distribuiti a tutti i bambini partecipanti; canti, musica, spettacolini e recite di poesie rallegravano la manifesta­zione.

disegno

Ogni anno i piccoli concorrenti hanno risposto con entusiasmo e partecipazione, ed hanno pre­sentato una miriade di lavori, nei quali fantasia, creatività, sentimento, originalità, serietà e profondità di pensiero hanno col­laborato a creare piccole opere d'arte. I bambini di quell'età sono molto ricettivi, possono capire ed assi­milare anche concetti profondi o gravi con serenità. La competizio­ne li stimola, e la manifestazione gioiosa diventa un veicolo per trasmettere importanti ve­rità e valori. Con questo Concorso per le Scuole Elementari, il messag­gio del valore della vita passa ai maestri, ai genitori, a tutti coloro che vivono intorno ai bambini.  Un altro concorso annuale molto interessante, perché connesso con varie discipline, storia,filosofia, diritto, che si propone di educare i ragazzi ai problemi legati all' Unione Europea è il

CONCORSO RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL TRIENNIO DELLE SCUOLE SUPERIORI

Il Cav di Ascoli, insieme con il lo­cale Movimento per la Vita, cura la diffusione in tutte le Scuole Superiori dei fascicoli illustranti il tema dell'anno, prendendo contatti con presidi e insegnanti, facendo notare il valore didatti­co e culturale dell'argomento. In genere le scuole corrispondono a questa proposta con un numero consistente di elaborati che pos­sono essere svolti, oltre che in forma letteraria, anche in forma grafica. Infatti, per fare un esem­pio, si può citare l'Istituto d'Arte "0svaldo Licini", che, fedele a questo impegno, ha sempre partecipato con fotografie molto espressive e pregevoli. Gli studenti sono sol­lecitati così a riflettere sull'argo­mento proposto e maturare pro­spettive, più meditate sul valore della vita umana che lasceranno qualche sicura traccia nel loro processo di formazione. Il Cav di Ascoli, con il Movimento per la Vita, è uno dei pochi nel­la regione fedele alla proposta di questo Concorso Nazionale che crea un certo interesse fra gli studenti e contribuisce a formare una corretta mentalità sui gran­di temi del rispetto della vita e di una convivenza civile nazionale ed europea fondata su una cultura dei diritti umani. Sulla base della valutazione degli elaborati vengono poi convocati nella sede del Movimento per la Vita, insie­me con i docenti, sia gli studenti meritevoli a livello nazionale che partecipano a un viaggio-premio a Strasburgo, sede del Parlamen­to europeo, sia quelli a livello provinciale con la consegna di un piccolo oggetto-ricordo come gratifica per la loro partecipazione.

L'attività culturale, come si vede, si accompagna quindi a quella assistenziale, generando la maturazione di giudizi etica­mente motivati e di scelte con­sapevoli.

 

Attività assistenziali

 

Attività culturale